Eleonora Duse

Codice quadro: img_ritratti/07x.jpg - Eleonora Duse

Eleonora Duse

Questo dipinto rappresenta un altro ritratto dei primi anni della carriera artistica di Colla; il personaggio rap­presentato è Eleonora Duse, definita meritatamente la più grande attrice teatrale di tutti i tempi, un “mito” del teatro italiano a cavallo tra la fine dell’Ottocento e i primi del Nove­cento. Eleonora Duse non frequen­ta una scuola, ma a quattro anni è già sul palcoscenico, a dodici anni sostituisce la madre ammalata nei ruoli da protagonista e all’età di vent’anni viene assunta con lo stes­so ruolo. Attrice sensibilissima, Eleonora Duse colpisce Colla tanto che egli le vuole dedicare un ritrat­to, uno dei primi delle sua carriera, dove ancora lo stile si stava perfe­zionando e i colori stavano pren­dendo vita. Questo dipinto si lega con un altro grande quadro di Col­la: La rocca di Asolo. Questo borgo veneto fu per la Duse una casa, un rifugio dalle fatiche teatrali e dal­le sue tormentate storie d’amore. Si spegnerà a causa di una polmo­nite nel corso di una lunghissima tournée negli Stati Uniti, all’età di sessantacinque anni. Verrà però se­polta secondo la sua volontà nel ci­mitero di Asolo, tra le sue colline e nello splendido paesaggio che lei sempre ammirò. Bruno Colla qui ce la presenta come un’attrice dal carattere determina­to, testa alta, sguardo intenso. Si dice infatti che recitasse spesso in piedi con le mani sui fianchi o seduta con i gomiti sulle ginocchia: atteggiamenti sfrontati per quei tempi, che tuttavia l’hanno fatta conoscere e amare dal pubblico, e che la fanno ricordare come l’attri­ce più grande di tutte. I colori usati sono pochi, sfumati a grandi pennellate. Forse riusciamo a scorgere il sole, che trasforma il cielo in un tramonto. Lei è semplicemente vestita di una mantella viola, solo il viso racconta la sua bravura.

Download il catalogo!