Il bacaro di Asolo

Codice quadro: img_ritratti/02x.jpg - Il bacaro di Asolo

Il bacaro di Asolo

Uno dei più bei ritratti realizzati da Bruno Colla: Il Bacaro di Asolo rap­presenta il conoscitore del buon vino, un personaggio tipico dell’ambien­te veneto all’interno della cosiddet­ta “osteria”. Il protagonista, messo in posa dall’autore, è appoggiato al bancone, sullo sfondo nulla di rile­vante. Siamo all’interno di una can­tina, lo si capisce dall’essenzialità dell’arredamento e dalle tinte color legno che danno l’idea di un luogo antico, che profuma ancora di natu­ra, di vite e di mosto; un luogo da sempre considerato di ritrovo in cui le fatiche della giornata si dimen­ticano e le amicizie si intensificano brindando con un buon bicchiere di vino tipicamente veneto! Su uno sfondo monocromatico ri­salta il personaggio del bacaro con tutta la brillantezza dei colori attri­buitagli da Bruno Colla. La camicia bianca e il cappello cre­ano un armonioso contrasto con le bretelle color rosso che richiamano allo stesso tempo, grazie a dei fio­rellini di colore bianco, il fazzolet­to al collo e il bicchiere di vino… rigorosamente rosso! Osservando il dipinto, la nostra mente non può non essere portata a ricordare alcuni quadri di un famo­so artista di fine Cinquecento e inizi Seicento: Caravaggio, il quale realiz­zò molti dipinti raffiguranti Bacco, la divinità del vino. In questo olio su tela sembra quasi di rivedere, in chiave moderna, una rivisitazione di quei dipinti di Caravaggio. Tutta l’attenzione è rivolta al volto del bacaro, l’assembramento delle to­nalità del rosa danno l’effetto di uno splendido incarnato, le tinte usate ri­specchiano a tal punto la realtà che sembra di trovarsi di fronte a una fo­tografia più che a un dipinto. Le rughe che solcano il volto, i ca­pelli brizzolati, il rossore che traspa­re nelle gote fanno di questo ritratto uno dei capolavori di questo artista veneto contemporaneo.

Download il catalogo!