La trebbiatrice

Codice quadro: img_paesaggi/07x.jpg - La trebbiatrice

La trebbiatrice anno 1963

Questo dipinto risale al 1963 ed è uno dei lavori più “antichi” della carriera di Bruno Colla. Nonostante abbia ini­ziato a dipingere molto giovane alla ma­niera dei grandi pittori rinascimentali, quest’opera già segna una cesura impor­tante per la carriera di questo artista. L’uso del colore qui è il vero protagoni­sta assieme alla prospettiva. Un colore che assume le tinte del­la terra, perché è all’attività dei conta­dini che si fa riferimento: tinte calde per rappresentare una stagione di vita e di colore. In primo piano un mezzo agricolo: la trebbiatrice che dà il nome a questa grande tela, perfetta da ogni angolatura e frutto di un’osservazione molto atten­ta, ma anche di una bravura di fondo che permette a questo artista di essere il più veritiero possibile. Anche qui si presenta sicuramente una scena di vita quotidiana che è rimasta impressa nella mente del pittore tanto da essere immortalata in un dipinto. L’attività agricola, gli affetti familiari, ma soprattutto la quotidianità in que­sto dipinto diventano fonte di emozione per il pittore che rappresenta proprio la casa, simbolo della famiglia, la lavo­razione del grano, il mondo rustico e l’affetto delle persone care, simbolica­mente rappresentato dai due uomini che si mettono in posa pronti per essere protagonisti di questo dipinto. Una della caratteristiche pittori­che di Bruno Colla è la precisione sia nel disegno, che in quest’opera si nota particolarmente, sia nell’uso sapiente che fa della prospettiva e nella resa reale del colore: le campiture piatte e stese in modo impeccabile raf­figurano ogni momento, e rendono ogni dipinto una fotografia di un mo­mento significativo della vita di questo artista veneto.

Download il catalogo!